"La VEDOVA SANMARTINO prega caldamente le SS. Loro ad avere commiserazione alla MESCHINITA' DELLA SUA POSIZIONE; l'inverno, l'età sono cause legittime che non può guadagnarsi a sufficienza pel mantenimento e FITTO DI CASA che sarebbe fr. 110, così si raccomanda alle SS. Loro ad aver CARITA' a soccorrermi pagando la detta pigione (...) a vantaggio di una POVERA VEDOVA. (Saluti) .... Umil.ma serva Giuseppa San Martino". FINE.

3 dicembre 1874
Segnature
Segnatura:
FO 391C/II.26

Luoghi:

Relazioni

Luoghi

Inventario