"(...) Giacomo GIANINI attinente di Lugano, colla presente ricorre alle SS. LL. OO. a che vogliono benignamente accoliere questa domanda, e si è che gli sia corrisposto un qualche SUSSIDIO SETTIMANALE da questo Ven.do Luogo Pio, e ciò onde possa superire ai bisogni di famiglia, trovandosi lo stesso MALATICCIO, avanzato IN ETA', cui non li permette di esercitare fatica come per lo passato a motivo di un'ERNIA ossia voltura che lo tormenta. Signori! il petente, sintanto che ha potuto guadagnarsi il vito col proprio lavoro non ha mai ricorso per essere sussidiato e lo farebbe tutt'ora se lo potesse, ma siccome le sue forze non lo permettono più è costretto ad implorare la loro pietà ma spera che non gli verrà negata, anzi ha piena fiducia che sarà favorito (..Saluti) Per essere ILLETTERATO il petente ha fatto il presente x segno di croce". FINE. [La petizione fu passata agli atti essendo nel frattempo il Gianini stato RICOVERATO NEL VEN.DO OSPITALE].

18 marzo 1877
Segnature
Segnatura:
FO 391C/II.57

Luoghi:

Relazioni

Luoghi

Inventario