"(...) Giovanni fu Gio. Batt. BERNASCONI, fratello del sottoscritto, gli mandò da Lumino un FIGLIO DI 12 ANNI, affine di consegnarlo al Lod. Mun. di Lugano, essendo il PADRE AMMALATO e quindi incapace di mantenerlo./ Il ricorrente [ZIO] ritenne finora presso di sè il NIPOTE e sarebbe pronto a MANTENERLO anche per l'avanti, quando il lod.e Mun. si compiacesse assegnarli un conveniente SUSSIDIO. Stima e rispetto l'obbl.mo Serv. Carlo Bernasconi". FINE: [Risoluz. Mun. 14.3.1877 "...Ora il FIGLIO E' ENTRATO ALL'OSPITALE. Sta a vedere cosa intendasi fare del figlio"].

16 febbraio 1877
Segnature
Segnatura:
FO 391C/II.53

Luoghi:

Relazioni

Luoghi

Inventario