Colonna con croce di ferro

Tipologia
colonna
Numero d'inventario
Numero:
09-510-OA
Inventario:
UPCL
Parcella
1015
Indirizzo
Via Paolo Regazzoni, Lugano
Tutela
Tutela:
586
Storia
La colonna sorgeva in prossimità del camposanto che fino al 1830 era presente sul lato destro della chiesa di S. Lorenzo. Non si hanno dati certi sulla sua datazione ma si ipotizza che possa essere stata eretta nel corso del Settecento.
Durante la visita pastorale del 1591 il vescovo Carafino suggerì di porre una croce sopra qualche colonna di pietra nel cimitero a fianco la chiesa e, nel 1670, è nuovamente testimoniata la richiesta di una croce in legno da porre al centro del cimitero. Si ipotizza che fino a quella data non era ancora stata realizzata alcuna croce. 
Descrizione fisica
Colonna in stile dorico realizzata in pietra di Saltrio e posizionata sopra un basamento di granito. La colonna è sormontata da una croce matallica posizionata a sua volta sopra una sfera realizzata anch'essa in pietra di Saltrio.
Stato di conservazione
Stato :
buono
Note:
Restauro terminato nel 2020
Data rilevazione:
2021
Stato :
buono
Data rilevazione:
30.06.2022
Principali problemi conservativi:
Mancanze, fessure (stuccate) e macchie. Efflorescenze saline.
Tipo supporto:
pietra
Bibliografia
Marcionetti, La chiesa di San Lorenzo in Lugano, Lugano 1972, pp. 21-24.
Materia e tecnica
pietra di Saltrio e metallo (croce posta nella sommità)
Interventi conservativi
Ente responsabile:
MASI
Ente finanziatore:
MASI
Operatore:
Marica Gianolli
Scheda restauro:
conservata nel server dell'Ufficio Patrimonio
Data intervento:
2019
Tipo di intervento:
restauro
Breve descrizione:
Messa in sicurezza delle zone più esposte a degrado: pulitura e consolidamento localizzato, realizzazione di stuccature salvabordo e applicazione di un collare metallico al capitello.
Ente responsabile:
MASI
Ente finanziatore:
MASI
Operatore:
Marica Gianolli-Nicola Colombo
Data intervento:
2020
Tipo di intervento:
restauro
Breve descrizione:
Pulitura completa della colonna, rimozione dei muschi, dei lichieni e dei graffiti presenti. Consolidamneto di tutti gli elementi lapidei e colmatura delle lacune con stuccature a base di calce e inerti di colorazione simile alla pietra originale. Protezione silossanica finale. Il restauro della croce matallica ha previsto la realizzazione di una parte in piombo alla base per assicurarne la corretta stabilità.
Responsabilità
Data compilazione:
18.10.2021
Azione:
creazione
Compilatore:
Alamia Federica

Relazioni

Iconografica

Fotografia

Architettura

Quartiere

Tema

Collezione

Luoghi

Inventario